Il sorriso.

Stiamo aspettando nel corridoio dell’obitorio l’ora per iniziare la chiusura.
Fisso i lastroni quadrati del pavimento; ascolto i rumori e le voci che animano le stanze.
Ad un tratto escono una bimba e un uomo, camminano a fianco, lei lo avvolge con le braccia e lo guarda come solo i bimbi sanno guardare i grandi, cercando un pezzo di futuro.
– Però è bello vedere il nonno che sorride… – si volta e guarda avanti a sé i maledetti lastroni – … anche se è morto.
Si volta tutta rossa e affonda il viso nel giubbotto dell’uomo.
Adesso i miei lastroni si muovono.

Lascia un commento